top of page
Cerca
  • KedaMassoterapia

Cellulite SI?! Cellulite NO?! Ecco i consigli di Keda Massoterapia Vergiate

La cellulite esiste e il suo nome è PANNICOLOPATIA EDEMATO FIBRO SCLEROTICA. Colpisce l’80% delle donne e l’origine è attribuita alla cattiva circolazione. Ma capiamo subito cosa NON è Cellulite! Il primo punto molto importante da capire è che le famose Culotte de Cheval non sono cellulite. Vengono definite Adiposità Localizzata: per intenderci, i cuscinetti che alcune di noi hanno ai lati delle cosce. Il secondo punto è quello della Falsa Cellulite. Quando la pelle perde tono a seguito di un dimagrimento repentino per esempio può assomigliare molto a cellulite, ma è semplicemente lassità della cute. Questo caso è anche molto frequente quando ci avviciniamo alla Menopausa per una questione di scarsa produzione di collagene. Il terzo riguarda invece il sovrappeso. Quando ingrassiamo le cellule adipose si gonfiano ed essendo stipate nei lobuli tra pelle e muscolo creano delle gobbette che NON sono cellulite. La vera caratteristica della cellulite è l’EDEMA, ovvero il ristagno di liquidi nei tessuti. Succede quindi che il sistema di scambi tra capillari e liquido extracellulare subisce una frenata: quando il livello di Tossine sale troppo, tra le cellule si riversa molto più liquido formando la RITENZIONE IDRICA. Se la situazione viene lasciata a se stessa i liquidi continuano ad aumentare e i lobuli di collagene si indeboliscono e si sfilacciano. Per contrastare questa situazione il corpo comincia a produrre nuove fibre di collagene, ma nel frattempo l’accumulo di liquidi continua ad aumentare e carico di scorie e povero di ossigeno infiamma il tessuto circostante. A questo si aggiungono le prostaglandine grazie alle quali possiamo anche sentire dolore al tatto. Nel frattempo i lobuli continuano ad indebolirsi e il corpo continua a produrre collagene che però è cicatriziale quindi non ordinato. Da un lato si aggroviglia attorno agli Adipociti (noduli) e dall’altro si attacca alla pelle tirandola verso il basso e formando i famosi buchi.



11 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page